• Privacy

Trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitario: i chiarimenti del Garante per la privacy

18 marzo 2019

Con il provvedimento del 7 marzo 2019, il Garante per la protezione dei dati personali ha fornito importanti chiarimenti in merito all’applicazione della disciplina di protezione dei dati in ambito sanitario, al fine di supportare tutti i soggetti operanti nel settore sanitario nel processo di attuazione di tale disciplina e di favorire un’interpretazione uniforme del nuovo assetto normativo.
  • Privacy

EDPB in sessione plenaria: direttiva ePrivacy, elenchi per la valutazione d'impatto, uso dei dati personali nelle campagne politiche

15 marzo 2019

Il 12 e 13 marzo 2019, il Comitato europeo per la protezione dei dati  (EDPB), composto dai rappresentanti delle Autorità nazionali per la protezione dei dati dell'European Economic Area (EEA) e dal Garante europeo della protezione dei dati (EDPS), si è riunito per l'ottava sessione plenaria, nel corso della quale sono stati discussi numerosi temi. 
  • Tutela dei consumatori - Pratiche scorrette

Offerte Fibra Vodafone: avviato dall'Antitrust il procedimento per inottemperanza

13 marzo 2019

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato avendo constatato la continuazione della pratica commerciale scorretta, con il provvedimento 27573 del 20 febbraio 2019, ha deciso di avviare un procedimento per inottemperanza nei confronti di Vodafone Italia S.p.A., in merito alle carenze informative relative alle offerte sulla Fibra ottica.
  • Tutela dei consumatori - Salute e sicurezza

Italia in ritardo sulle sanzioni da individuare contro chi non rispetta il Regolamento n. 425/2016 sui DPI; la Commissione Europea avvia procedura di infrazione, ma il decreto c’è

13 marzo 2019

di Annalisa Spedicato La Commissione Europea ha avviato le procedure di infrazione per 15 Stati membri, tra cui anche l'Italia, colpevoli del fatto di non aver rispettato gli obblighi previsti dalle norme armonizzate dell'UE aventi ad oggetto gli impianti a fune, i dispositivi di protezione individuale e gli apparecchi che bruciano carburanti gassosi.
  • Privacy

Fatturazione elettronica e potere correttivo del Garante Privacy: si attende per aprile il documento di valutazione d'impatto dell'Agenzia delle Entrate

13 marzo 2019

di Maria Alessandra Monanni Il 1° gennaio 2019 è entrato in vigore l'obbligo di fatturazione elettronica in relazione alle "cessioni di beni e prestazioni di servizi" eseguite tra due soggetti titolari di partita IVA (operazioni B2B) o da un soggetto titolare di partita IVA verso un consumatore finale (operazioni B2C). Il Garante per la protezione dei dati personali (di seguito Garante) ha evidenziato - con Provvedimento n. 481, 15 novembre 2018 e, a replica della nota dell'Agenzia delle Entrate del 17 dicembre 2018, con Provvedimento n. 511, 20 dicembre 2018 - che tale obbligo, così come disciplinato e strutturato dall'Agenzia delle Entrate (di seguito Agenzia) mostrasse "rilevanti criticità in ordine alla compatibilità con la normativa in materia di protezione dei dati personali".
  • Concorrenza - Intese

Intese e settore del cemento - Il Consiglio di Stato riduce la sanzione irrogata dall’AGCM a Cementi Rossi in considerazione della "realtà economica nella quale opera l’impresa"

12 marzo 2019

di Roberta Laghi Con la sentenza del 6 marzo scorso il Consiglio di Stato (CdS) ha accolto, limitatamente al profilo della quantificazione della sanzione, il ricorso della società Industria Cementi Giovanni Rossi S.p.A. (Cementi Rossi) avverso la sentenza con cui il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio (TAR) aveva confermato il provvedimento (Provvedimento) dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) che accertava la sussistenza di un’intesa restrittiva della concorrenza volta al coordinamento dei prezzi di vendita del cemento tra i principali operatori attivi sul mercato della produzione e commercializzazione del cemento e l’associazione di categoria AITEC. La sentenza del CdS nei confronti della società Cementi Rossi segue quelle già rese nei confronti delle società Italcementi (ricorso accolto limitatamente ai profili di quantificazione della sanzione) e Sacci (ricorso respinto) con riferimento alla medesima intesa.